Lucca Furries & Games 2019 – Highlights e foto ufficiali

Novembre. Se mi chiedessero cosa penso di questo mese direi che è una gran fregatura.
Ottobre, i funghi e le castagnate in piazza sono già un ricordo. Sei abbastanza vicino a Natale, ma non tanto da affannarti a riempire la casa di lucine colorate e prepararti alla diatriba che più dell’ultima crisi di governo infiammerà gli animi da lì a poco: PANDORO O PANETTONE?? (Giusto perché sia chiaro, Team Pandoro Forever). Inizia anche a far freddo, non tanto da tirar fuori i maglioni di lana ma abbastanza da preferire Netflix e divano ad una gita fuori porta…

E quindi che si fa? Ma è ovvio, si sfidano pioggia, grandine e fortunali e si va tutti al Lucca Comics & Games!

Già, perché Lucca è piovosa a cose normali, figurati ai primi di Novembre… e c’è da dire che Giove pluvio quest’anno ci si è proprio messo d’impegno, accogliendo i partecipanti alla più importante manifestazione crossmediale d’Europa con 4 giorni su 5 di diluvio modello “Genesi”.
Nonostante tutto, il popolo dei Comics non si è fermato e noi con loro!

Potevamo forse evitare di indossare fursuit, code, zampe di peluche e qualunque altro suppellettile utile a dar prova tangibile della nostra “furraggine” e buttarci a capofitto nella folla di cosplayers e ignari visitatori? Beh sì, potevamo

….Ma dove sta il divertimento di essere furry se non puoi agire fuori dagli schemi? UwU
Ed allora eccomi qua, tre anni dopo, a raccontarvi ancora una volta le peripezie del Lucca Furries & Games!

Cavoli, 3 edizioni sono tante per un evento della durata di poche ore, svolto senza un programma né una vera e propria location, ma l’esperienza insegna che si può sempre migliorare, e così… cambio di location!

Sì ok, il budget è quello che è… e trattandosi di Lucca, ancor meno sono gli spazi, ma grazie alla sua posizione “isolata” rispetto al caos della fiera, il Baluardo San Martino si è rivelato una scelta vincente apprezzata da tutti i partecipanti (con buona pace di coloro che si sono fatti 1 Km e mezzo di mura a piedi in fursuit per raggiungerci dalla Stazione, perdonateci se potete).

Nondimeno, Venerdì 1 Novembre anche il sole ci ha onorati della sua presenza, facendo capolino tra i neri nuvoloni e regalandoci il fascino dei colori autunnali che hanno reso tutte le foto scattate all’evento dei piccoli capolavori. Cosa chiedere di più? Una fantastica spilla personalizzata in edizione numerata e limitata? C’era anche quella e Lollo The Bull e Burian Wolf che per primi si sono presentati al raduno si sono aggiudicati la versione oro, bravi!

A parte questo, il raduno è proseguito fra abbracci, selfie, strette di zampa e amichevoli chiacchierate… come al solito, anzi, no.

È stato chiaro da subito che l’atmosfera fosse diversa da quello cui eravamo abituati: tanti i volti nuovi, alcuni addirittura al loro primo incontro “muso a muso” con il fandom, tutti accolti con affetto e calorosi abbracci per poi trovarsi qualche secondo dopo già nel bel mezzo di una conversazione sul loro artista preferito o sulle fursuit più belle scovate nelle foto dell’ultima Furcon. Da organizzatore con alle spalle 7 anni di quotidiano “bazzicare” nel fandom italiano, posso dire che scalda il cuore vedere le polemiche e il gossip dei grandi gruppi social trasformarsi da soli in inclusione e affetto reciproco, al di là delle odiose frecciatine e manifestazioni pubbliche di intolleranza che siamo portati a riassumere come furry drama… e menomale, aggiungerei!

Non ho altro da dirvi, se non che non vedo l’ora di ritrovare nuovamente quell’atmosfera che sono sicuro si presenterà puntuale anche al prossimo evento! Godetevi le foto che abbiamo scattato durante il raduno ed iscrivetevi al gruppo FurEvents per rimanere sempre aggiornati sui nostri eventi ed aiutarci ad organizzarne sempre di nuovi vicino a voi!

Un grazie speciale a Kiba, che è tornato per qualche giorno staffer FurryDen per aiutarci nella gestione dell’evento, e a tutti coloro che con un po’ di nostalgia nel cuore hanno sfidato le intemperie un’ultima volta per tornare a salutarci Domenica al Caffè San Colombano per Farewell, furries.

Da parte mia e di tutto lo staff di FurryDen, un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *